domenica 27 gennaio 2013

Per non dimenticare...

Il post di oggi non ha nulla  a che vedere con le solite recensioni che siete abituate a leggere...

Niente foto, nessun commento, solo le parole di una canzone per non dimenticare la Shoah affinché ciò che successe all'epoca non si ripeta mai più...


"Auschwitz"
Francesco Guccini

Son morto con altri cento, son morto ch' ero bambino,
passato per il camino e adesso sono nel vento e adesso sono nel vento....

Ad Auschwitz c'era la neve, il fumo saliva lento
nel freddo giorno d' inverno e adesso sono nel vento, adesso sono nel vento...

Ad Auschwitz tante persone, ma un solo grande silenzio:
è strano non riesco ancora a sorridere qui nel vento, a sorridere qui nel vento...

Io chiedo come può un uomo uccidere un suo fratello
eppure siamo a milioni in polvere qui nel vento, in polvere qui nel vento...

Ancora tuona il cannone, ancora non è contento
di sangue la belva umana e ancora ci porta il vento e ancora ci porta il vento...

Io chiedo quando sarà che l' uomo potrà imparare
a vivere senza ammazzare e il vento si poserà e il vento si poserà...

Io chiedo quando sarà che l' uomo potrà imparare
a vivere senza ammazzare e il vento si poserà e il vento si poserà e il vento si poserà...







10 commenti:

  1. giusto ricordare, bel post brava
    buona domenica

    RispondiElimina
  2. :'( <3 <3
    brava!!! ricordare è l'unica cosa che possiamo fare, ma è comunque importante perché bisogna smuovere le coscienze e far capire a tutti che certe cose non devono accadere MAI più...
    un abbraccio

    RispondiElimina
  3. ..per non dimenticare...
    emme

    RispondiElimina
  4. E' molto significativo trovare questa canzone. Mio padre mi insegnò a cantarla che avevo circa 3 anni.
    Manteniamo viva la memoria di questa orribile storia!
    :-)

    RispondiElimina
  5. bellissimo gesto cara e un pensiero a tutte le vittime.

    RispondiElimina
  6. hai fatto un'ottima cosa tesoro <3 hai scelto una bellissima poesia molto intensa e significativa <3

    RispondiElimina
  7. Papa' me la faceva sentire sempre da piccola,poi lui è un maestro *-*

    Un abbraccio (:

    RispondiElimina
  8. Non bisogna mai dimenticare!
    Hai fatto benissimo a fare un post simile. Un bacio

    RispondiElimina